Italiane in Europa, la situazione a una giornata dalla fine della fase a gironi

Il tour de force si chiuderà questa settimana: la fase a gironi di Champions ed Europa League emetterà gli ultimi verdetti, le due competizioni riprenderanno poi – come da tradizione – a febbraio. Le sette squadre italiane sono tutte in corsa per la qualificazione al turno successivo: andiamo a ricapitolare la situazione per ognuna di esse, indicando anche le eventuali combinazioni di risultati che le qualificherebbero. Una piccola guida che sarà utile agli appassionati di scommesse online che puntano sull’en-plein della Serie A.

Champions League

Gruppo B

Quella dell’Inter è la situazione indubbiamente più complicata, per un semplice motivo: non ha il destino nelle proprie mani. Per meglio dire: la vittoria all’ultima giornata contro la Shakhtar, a San Siro, garantirebbe quantomeno la “retrocessione” in Europa League. In caso contrario arriverebbe una clamorosa uscita dalla scena continentale già a dicembre.

È già tanto, però, che l’Inter (5) ha concrete possibilità di passare agli ottavi di Champions League: con un successo sugli ucraini (7), Conte festeggerebbe la qualificazione in caso di mancato pareggio tra Real Madrid (7) e Borussia Monchengladbach (8). Con la vittoria dei tedeschi ci sarebbe quindi il doppio sorpasso su Madrid e Shakhtar, dovessero invece vincere gli uomini di Zidane, l’Inter arriverebbe a pari punti col Gladbach ma con gli scontri diretti a favore. Da notare che il “biscotto” potrebbe essere pericolosissimo a Madrid visto che un pari dello Shakhtar a Milan eliminerebbe il Real.

Gruppo D

Liverpool (12) già qualificato e Midtjylland (1) già fuori. Il secondo posto si deciderà nello scontro diretto, ad Amsterdam tra Ajax (7) e Atalanta (8). Calcoli molto più semplici in questo caso: bergamaschi avanti anche col pareggio, in caso di sconfitta per Gasperini ci sarà l’Europa League.

Gruppo F

Discorso molto simile per la Lazio (9), anche se i biancocelesti avranno un compito più agevole sulla carta: a Inzaghi basterà il pareggio, in casa, contro il Club Brugge (7) per staccare il pass per gli ottavi. Ci sarebbe anche la possibilità di chiudere il girone al primo posto visto che vincere coi belgi costringerebbe il Dortmund (10) a fare lo stesso sul campo dello Zenit (1).

Gruppo G

Il discorso qualificazione è chiuso da tempo per Barcellona (15) e Juventus (12) che non hanno trovato avversarie degne della Champions in Dinamo Kiev (1) e Ferencvaros. I bianconeri volano in Catalogna con l’obiettivo di ribaltare lo 0-2 dell’andata e di conquistare il primo posto.

Europa League

Gruppo A

Roma (13) in gita a Sofia contro il Cska (2): giallorossi già sicuri della qualificazione e del primo posto, bulgari eliminati aritmeticamente. In Svizzera, Young Boys (7) e Cluj (5) cercheranno la qualificazione ai sedicesimi.

Gruppo F

Girone complicatissimo per il Napoli (10) che, nonostante il primo posto e il colpo in trasferta con la Real Sociedad (8), vede ancora concreto il rischio eliminazione. Agli azzurri basterà il pareggio allo Stadio Diego Armando Maradona, proprio contro i baschi, per passare il turno. In caso di vittoria dell’Az Alkmaar (8), in trasferta col già eliminato Rijeka (1), le cose si complicherebbero: prima di tutto il Napoli sarebbe eliminato se dovesse perdere con la Real Sociedad. E con un pareggio finirebbe secondo alle spalle degli olandesi. Insomma, sarà una notte ad alta tensione al San Paolo.

Gruppo H

Il “magic moment” del Milan ha riguardato anche l’avventura europea: i rossoneri (10) sono già ai sedicesimi di finale, con una giornata d’anticipo. Gli uomini di Pioli voleranno in casa dello Sparta Praga (6) alla ricerca della vittoria che potrebbe valere il primo posto. Il Lille (11), infatti, dovrebbe fare lo stesso in casa del Celtic (1).

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *